Finanziamenti

Gli studenti vincitori di borsa Erasmus + ai fini di studio, a seconda della consistenza dei fondi,  possono beneficiare di un contributo economico da parte della Commissione Europea per coprire parte delle spese legate alla mobilità. Per il 2018, gli importi mensili, modulati in base al Paese di destinazione, sono stati fissati come di seguito: 

 

GRUPPO 1 (costo della vita ALTO)Danimarca, Finlandia,Islanda, Irlanda, Lussemburgo,Svezia, Regno Unito, Liechtenstein, NorvegiaEURO 300/MESE
GRUPPO 2 (costo della vita MEDIO)Austria, Belgio, Germania, Francia, Italia, Grecia, Spagna, Cipro, Paesi Bassi, Malta, PortogalloEURO 250,00/MESE
GRUPPO 3 (Costo della vita BASSO)Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Estonia, Lettonia, Lituania, Ungheria, Polonia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Ex Repubblica iugoslava di Macedonia, TurchiaEURO 250,00/MESE

 

Per il calcolo delle mensilità e, conseguentemente, per l'assegnazione del contributo finanziario è considerato l'anno commerciale di 360 giorni e la mensilità sono da intendersi di 30 giorni a prescindere dalla durata effettiva del mese (30, 31, 28 giorni). Nel caso di mobilità non corrispondenti ad un numero intero di mensilità, il contributo finanziario viene calcolato moltiplicando il numero di giorni nel/i mese/i incompleto per 1/30 del costo unitario mensile.

Studenti a zero grant
Qualora non vi sia una disponibilità di fondi comunitari tale da coprire tutte le mensilità assegnate, alcuni studenti potrebbero non percepire il contributo comunitario (zero grant), o percepirne una porzione. In entrambi i casi lo studente, pur rispondendo a tutti i criteri di mobilità previsti per gli studenti Erasmus+, beneficerà comunque dello status di studente Erasmus+ (ma non del contributo finanziario, ovvero di parte di esso) e di tutti i vantaggi ad esso connesso.Oltre ai contributi locali, gli studenti a zero grant, possono ricevere, ove disponibili, sovvenzioni nazionali o altre forme di sostegno economico.

Contributi aggiuntivi/integrativi

Lo studente in mobilità ERASMUS + può beneficiare anche di contributi integrativi messi a disposizione dall'Ateneo e/o assegnati dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Entrambi i contributi (comunitari e universitari e/o ministeriali) dipendono dalla consistenza dei fondi assegnati, ovvero destinati a tal uopo dall'Ateneo, e saranno erogati ai beneficiari fino ad esaurimento degli stessi. Nel caso di recupero fondi, rinvenienti da rinunce, ovvero interruzioni di periodo, ovvero da mensilità assegnate ma non utilizzate dai borsisti, l'UNIBAS provvederà ad un ulteriore riparto tra coloro che non hanno percepito tale contributo, ovvero integrerà gli importi erogati, fino ad esaurimento.

Per l'assegnazione dei contributi si terrà conto della condizione economica dello studente (attestato mediante l'Isee Università), privilegiando coloro che versano in situazioni disagiate. Inoltre, nel caso di risorse finanziarie tali da coprire tutte le borse assegnate, la priorità nell’assegnazione sarà data agli studenti che si candidano a svolgere la mobilità per la prima volta.

Contributi per studenti in condizioni socio-economiche svantaggiate

Gli studenti con condizioni socio-economiche svantaggiate potranno beneficiare di un contributo comunitario integrativo, fino ad esaurimento fondi, di EURO 200,00/mese. Per l'assegnazione si terrà conto dell'SEE Università, privilegiando coloro che siano sprovvisti di qualunque contributo.

I limiti massimi degli indici relativi alla situazione economica equivalente (ISEE) e alla situazione patrimoniale equivalente (ISPE) sonoannualmente indicati dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

Studenti, docenti, staff con esigenze speciali in mobilità

Gli studenti in mobilità per studio o formazione, i docenti e lo staff con esigenze speciali, selezionati dall'Università nell'ambito dei rispettivi bandi, possono beneficiare di un contributo comunitario ad hoc, inteso quale ulteriore contributo per coprire i costi aggiuntivi direttamente connessi alle speciali necessità di apprendimento delle persone con esigenze speciali.

Nel caso in cui le richieste pervenute all'Agenzia superino i fondi a disposizione, l'assegnazione del contributo si baserà sulla percentuale di invalidità risultante dal ceritificato di invalidità presentato dal candidato.  

Il contributo è basato esclusivamente sui costi reali effettivamente sostenuti, opportunamente motivati e giustificati nella candidatura prodotta dallo studente/docente/staff all'Ufficio Mobilità Internazione.  

Al fine di ricevere il contributo previsto, gli studenti/docenti/staff sono tenuti a compilare l'apposita richiesta di fondi ed inoltrarla all'Ufficio Mobilità Internazionale. Le data entro cui produrre la richiesta sono comunicate annualmente dall'Agenzia Nazionale Indire/Erasmus+ e pubblicate sul sito ERASMUS Plus , nonché nella sezione Budget e finanziamento del medesimo sito.


N.B. L'Agenzia non prende in considerazione richieste pervenute dai singoli soggetti e compilate manualmente. Le richieste dovranno essere consegnate all'Ufficio Mobilità Internazionale che provvederà a compilare l'apposita sezione di pertinenza dell'ufficio e a spedire la documentazione all' Agenzia tramite pec istituzionale.